Il Business Online per le Casalinghe, un Caso di Successo

Home » Startup » Il Business Online per le Casalinghe, un Caso di Successo

Pubblicato il 21 agosto 2015 da Yuri Carlenzoli nella categoria Startup - 4 Commenti

In questo articolo è stata fatta un’intervista ad una casalinga, che, grazie ad internet riesce a vendere online quello che le piace fare, sicuramente un caso di successo che possono usare per prendere ispirazione anche tutte le casalinghe italiane.

business online casalinghe

La storia reale di Marisa dice che si può fare un business online da 0

Anche se meno orientato verso l’internet marketing come si è soliti pensarlo ed anche se non riguarda direttamente consigli per aziende solitamente riportati nel blog di questo sito web, in questo articolo che è un’intervista verrà detto grazie ad una testimonianza diretta come anche una casalinga può lavorare online da casa, proprio come riportato nell’articolo appena linkato non servono grandi requisiti, non verrà trascurata la famiglia e si potrà guadagnare facendo quello che piace.

Intervista a Marisa Arrighini

Per favorire la lettura, anche se potrebbe essere inutile dirlo, faccio presente che le domande sono seguite dall’iniziale del mio nome (Yuri per chi non lo sapesse), che ho fatto l’intervista, e le risposte da quello di Marisa Arrighini:

Y: Per chi non ti conosce presentati pure, di quello che fai tramite internet, oltre la vita da mamma e da casalinga ovviamente.

M: Ciao, mi chiamo Marisa, 30 anni ormai passati, sono una moglie e mamma e faccio la casalinga. Nel tempo libero sono anche una planner addict, ovvero appassionata di pianificazione e cancelleria. Creo inserti ed accessori per agende ad anelli, parlo di organizzazione, di pulizia della casa, di creatività e pubblico le mie ricette preferite di dolci.

Grazie Yuri per questa interessante opportunità, di farmi conoscere e, spero che possa essere d’aiuto a chi vuole creare il proprio business online.

Y: Come ti è venuta l’idea di vendere online quello che fai?

M: La creatività è parte di me, ho iniziato da piccola a creare, cucire e ricamare. Con l’arrivo dei computer a scuola mi sono innamorata prima del PC e delle sue potenzialità, poi di internet che mi offriva materiale per imparare cose nuove e, mi metteva in contatto con persone che avevano le mie stesse passioni.

L’idea di vendere ciò che faccio è nata da una conversazione con i miei familiari, vendevo già nei mercatini locali ma, l’idea che le mie creazioni interessassero anche ad altre persone in tutto il mondo, era più entusiasmante. Da lì ho scoperto molte piattaforme e negozi online che vendevano articoli simili.

Y: Cos’è stata la cosa (pratica o barriera psicologica) più difficile da fare per cominciare a vendere online?

M: La prima difficoltà che ho incontrato è stata la scelta della piattaforma adatta alla vendita dei miei articoli, ce ne sono ormai tantissime ma, ho scelto quella più adatta e completa per le mie esigenze.

Subito dopo è nata la difficoltà, più psicologica che pratica, della lingua, dovevo imparare l’inglese in modo più approfondito e tecnico perché, il livello scolastico aziendale che conoscevo, non era sufficiente.

Y: Se una casalinga che è capace di fare una qualsiasi cosa ed è brava, dopo avergli detto che può guadagnarci a fare quello che sa fare senza muoversi da casa, quale sarebbero i consigli principali che vorresti dargli?

M: Il consiglio principale è quello di creare tanto, più varianti di forme, misure e colori. Bisogna partire con parecchi lavori disponibili per lasciare al cliente la possibilità di scegliere ciò che soddisfa le sue esigenze.

Successivamente scegliere la piattaforma per vendere online, adatta a ciò che fa, studiare bene come utilizzarla e poi aprire il negozio.

Y: Se non hai intenzione di fare la vita da casalinga per tutta la vita, ci hai pensato a trasformare questo tuo saper fare in un’attività vera e propria?

M: La vita da casalinga mi si addice per metà, mi piace seguire la casa e la famiglia ma amo anche lavorare e la mia passione è così grande che spero non rimanga un hobby per sempre. Sto valutando tutti gli aspetti per trasformarla in un’attività vera e propria e poi procederò col da farsi.

Y: Quale pensi sia la cosa più difficile che dovresti fare se decidessi di trasformare questa tua passione e guadagno integrativo in un business vero e proprio?

M: I miei clienti sono per lo più online, divisi in varie community di settore e nei vari social network oltre che gente proveniente dai motori di ricerca, perciò, per me, la cosa più difficile sarebbe raggiungerli in tutti i canali in modo ottimale e farmi conoscere, per mantenere il mio business attivo.

Cosa dovresti avere imparato

Ognuno ovviamente leggendo un testo può trarne le conclusioni che vuole, i messaggi che ti vuole dare questo articolo però sono molto semplici: quanto scritto in questo sito non sono solo belle parole, si vedono chiaramente i riscontri pratici di quanto scritto nel post che introduce al lavoro online da casa, e, grazie ad internet qualsiasi tipologia di persona può guadagnare anche da casa, anche la casalinga, non solo l’azienda che vuole vendere i propri prodotti online.

In conclusione, oltre ad augurare di fare successo online ed offline a Marisa, ad invitarti a commentare l’articolo scrivendo se ti è stato utile e dire cosa ne pensi, dico che, se anche tu hai fatto un business online, anche “alternativo”, e ne sei soddisfatto/a contattami tramite la pagina dei contatti di questo sito web, racconterò volentieri la tua storia.

4 Commenti finora:

  1. Marisa ha detto:

    Grazie mille per l’intervista Yuri!

  2. Yuri Carlenzoli ha detto:

    Grazie a te Marisa,
    può essere utile a qualcuna o qualcuno se fa il casalingo 🙂

    Ciao ciao,
    Yuri.

  3. Cristina ha detto:

    Bella intervista e ottimi consigli, complimenti ad entrambi!

  4. Yuri Carlenzoli ha detto:

    Grazie Cristina!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.