Chi Ti Serve per Internazionalizzare le Tue Campagne PPC

Home » Internazionalizzazione » Chi Ti Serve per Internazionalizzare le Tue Campagne PPC

Pubblicato il 07 settembre 2014 da Fabrizio Bianchi nella categoria Internazionalizzazione - Nessun commento
pubblicità multilingua

Internazionalizzazione Pubblicità PPC

Gli strumenti messi a disposizione da Google e Bing come, ad esempio, Adwords Express o lo Strumento di Pianificazione delle Parole Chiave potrebbero dare a molti l’illusione che l’internazionalizzazione di una campagna PPC sia fattibile spendendo qualche minuto e pochi clic partendo da un sito tradotto, ma non è affatto così.

Semplice internazionalizzare pubblicità con tools, ma non professionale

Per poter adattare con successo una campagna ad una nuova lingua e con essa ad un nuovo mercato serve che la persona che si occuperà di questo processo abbia 3 diverse capacità, relative ai tre passaggi fondamentali della creazione di qualsiasi campagna PPC:

  1. Conoscenza della lingua target: questa è l’esigenza più ovvia. La persona che si occuperà dell’internazionalizzazione della vostra campagna pubblicitaria deve essere innanzitutto un traduttore dalla vostra lingua alla lingua del vostro target.Al proposito va sempre ricordato che a leggere le query di ricerca dei vostri potenziali clienti da una parte e le parole chiave nelle vostre campagne dall’altra sono sempre delle macchine, siano esse di Google, Microsoft o Yahoo!, quindi non cercate di limitare gli errori ortografici il più possibile perché a parte alcune eccezioni programmate nel loro codice queste macchine sono abbastanza inflessibili.
  2. Conoscenza delle frasi e dei termini esatti utilizzati per i prodotti o servizi offerti: l’internazionalizzazione però non può essere solamente una traduzione letterale della vostra campagna già esistente e questo perchè in ogni paese le espressioni utilizzate per indicare un prodotto o un servizio variano non solo nei termini usati, ma anche nelle espressioni al cui interno essi sono utilizzati.Un esempio banale è l’inversione dell’ordine sostantivo-aggettivo in inglese, ma ci sono esempi molto più complicati che si potrebbero fare, soprattutto per coloro che intendono aprire a mercati come la Russia ad esempio, che vede volumi di ricerca enormi, dove le lingue sono strutturalmente differenti dalla nostra.
  3. Capacità di prioritizzare e di essere creativo nel gestire le parole chiave: come tutti quelli che hanno provato a costruire e portare avanti una campagna PPC almeno una volta sapranno sicuramente, la gestione della campagna è un lavoro continuativo e, per dirla con un termine gergale, “di fino”.Periodicamente bisogna aggiustare per lo meno 2 parametri: le parole chiave, dato che possono generare click non rilevanti per i fini della campagna, e la vostra offerta massima per le diverse parole chiave o gruppi di annunci che serve ad assicurarvi le migliori posizioni sulle pagine dei motori di ricerca senza spendere troppo.

La persona che si occuperà della internazionalizzazione dovrà essere capace di compiere entrambi questi aggiustamenti con cognizione di causa, conoscendo la cultura e gli usi online ed offline dei potenziali clienti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.