Provare a Vendere Prodotti all’Estero

Home » Internazionalizzazione » Provare a Vendere Prodotti all’Estero

Pubblicato il 10 gennaio 2018 da Yuri Carlenzoli nella categoria Internazionalizzazione - Nessun commento

In questo articolo ti dico il semplice metodo con il puoi provare a vendere prodotti sul mercato estero senza un grande sforzo economico, quindi senza una grande perdita se non funzionasse.

testare vendita estero

Testare la vendita all’estero non è necessariamente un grande investimento.


Se hai letto l’articolo dove ho detto un semplice metodo che permette di vedere se all’estero hai opportunità di vendita, e se, dopo aver visto che i tuoi prodotti possono avere una reale possibilità di vendita all’estero potresti aver deciso di vendere in nuovi mercati.

Una delle prime cose a cui puoi aver pensato, quasi sicuramente è: quanto sarà l’investimento necessario e dopo quanto tempo avrò un ritorno?

Sicuramente per fare le cose per bene servirebbe almeno, riassumendo (di molto):

  • Un’analisi del mercato estero/una ricerca di mercato;
  • La regolarizzazione dell’attività per i tributi e le leggi vigenti nel paese in cui si vuole esportare prodotti;
  • La versione multilingua del sito web con la sezione ecommerce;
  • Un business plan con definito anche un budget per il marketing.

Se hai pensato qualcosa tipo “io con la mia piccola attività non posso permettermi queste spese“, o qualcosa di simile, continua a leggere l’articolo che dice l’esatto contrario.

Testare la vendita sui mercati esteri non necessariamente è dispendioso

Durante il periodo iniziale – di test – per poter valutare la reazione sui mercati esteri dei tuoi prodotti, e casomai servizi, non necessariamente dovrai fare grossi investimenti.

Sicuramente le cose che dovrai fare, anche se qualcuna potresti farla in modo meno approfondito, dato che si tratta di un test, sono:

  • Una ricerca di mercato, almeno per vedere la richiesta;
  • Il controllo dei prezzi della concorrenza e del margine;
  • La traduzione da parte di madrelingua delle descrizione e delle caratteristiche dei prodotti/servizi offerti;
  • La definizione anche minima di un budget con degli obiettivi.

Indubbiamente, non facendo/facendo fare ricerche approfondite, non dovendo rifare, ottimizzare od adeguare il sito web aziendale e non dovendo valutare tutte le spese di tassazione e trasporti l’investimento per te sarà minore.

Giustamente potresti dire che sono cose comunque essenziali. Non del tutto, almeno per testare la vendita all’estero.

Come fare a testare la vendita in mercati esteri investendo poco

Dopo aver detto che tramite solamente un test di vendita in mercati esteri avresti notevoli risparmi ti dico il semplice metodo che ti permetterebbe di farlo: delegando.

Il semplice metodo che è possibile fare un test di vendita sui mercati esteri è quello di delegare la vendita ad altri portali che già lo fanno. Due esempi eclatanti possono essere Amazon od eBay.

In questo caso, per testare la risposta dei mercati esteri verso i tuoi prodotti tutto quello che ti serve lato tecnico è:

  • Vedere i costi ed i costi delle spedizioni dei portali, per definire un prezzo di vendita che ti porti margine e che non sia troppo alto rispetto a quello dei concorrenti;
  • Creare o far creare il contenuto con descrizione e caratteristiche del prodotto o dei prodotti che intendi vendere online all’estero.

Suggerimenti

Sicuramente per te è una bella comodità ed un risparmio, inizialmente. Se la vendita sul mercato estero funziona però ti sconsiglio di delegare la vendita ad altri, almeno non totalmente, infatti:

  • I costi di spedizione dovresti comunque o pagarli o farli pagare, oltre a quello dovresti dare la percentuale alla piattaforma di terzi;
  • La possibilità di fare pubblicità sarà o limitata od impossibile;
  • Le recensioni, anche se sarebbero sui tuoi prodotti sarebbero sulla piattaforma di terzi;
  • Il contatto con i clienti verrebbe a mancare dato che s’interfaccerebbero con la piattaforma, vi sarebbero meno possibilità di fare clienti di ritorno, inviare newsletter con promozioni e molto altro.

Testando la vendita all’estero tramite terzi potrà esserci un basso costo ed un ritorno, e, anche se il risultato sarà nullo il costo dell’investimento sarà stato basso. Se vedrai buoni riscontri però ti consiglio di adeguare il tuo sito web e fai le cose seriamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.