Il Ruolo della Vendita Online all’Estero

Home » Internazionalizzazione » Il Ruolo della Vendita Online all’Estero

Pubblicato il 06 giugno 2014 da Mariachiara Marsella nella categoria Internazionalizzazione - Nessun commento

Utilizzando Google Trends e cercando “vendere ai cinesi” appare piuttosto evidente: negli ultimi anni la crisi ha spinto molti a cercare soluzioni potremmo dire “estreme”.

risultato google trends

Questo è solo un esempio di come il web può mostrare la realtà che stiamo vivendo in modo assolutamente non “virtuale” ma, anzi, assolutamente veritiero.
Il web ci offre, allo stesso modo, strumenti utili, la maggior parte gratuiti, che possono aiutare le piccolo e medie imprese a “ragionare” sulle possibilità di aprirsi in altri mercati, al mercato Internazionale.
Di fronte alla crisi una risposta può essere proprio l’investimento.

Qualche dato

La Rete impone alle aziende italiane di riconsiderare la loro offerta in chiave Internazionale. … infatti le imprese italiane che vendono on line fuori dai nostri confini, hanno ottenuto mediamente il 27% del fatturato dall’estero, ed in particolare dall’Europa.
Così riporta Il rapporto e-commerce in Italia 2013 Casaleggio Associati.
Volendo “scomodare” addirittura l’Europa, sono i dati ufficiali dell’Eurobarometro ottobre 2013 a raccontarci che negli ultimi 12 mesi il 45% dei cittadini europei ha acquistato online.

dati europa ecommerce

Le opportunità

Essere presenti online con un proprio sito web non basta, perlomeno non basta più e anzi può essere addirittura uno spreco di tempo e denaro se questa presenza non viene supportata da un’analisi del proprio target. Non parliamo solo di SEO (le caratteristiche che deve avere un sito web multilingua sono note).

A tal proposito, riprendendo quanto sopra indicato, ad oggi abbiamo diversi strumenti gratuiti online che possono aiutarci nella comprensione del nostro target che varia da Paese a Paese, perchè ogni Paese ha una propria cultura, un proprio modo di pensare e agire e un modo “idiomatico” per comunicare, quindi per cercare informazioni.

La banca dati dell’Europa, per esempio, è un valido aiuto nell’analisi. Qui è possibile realizzare grafici personalizzandoli secondo le proprie necessità. Si possono mettere a confronto più paesi e magari scoprire che un prodotto, magari il nostro prodotto, è più appetibile in un paese piuttosto che in un altro.
Questo confront può essere fatto anche utilizzando lo strumento firmato Google, Global Market Finder: is a free online tool that lets you explore new potential markets for your products or services.

Se guardiamo al Mobile Marketing (e dobbiamo guardare al Mobile Marketing!) ci accorgiamo anche che l’utilizzo dei vari device mobili è diverso da paese a paese e non solo in termini “quantitativi”. C’è chi è propenso ad acquistare molto più da un’applicazione mobile piuttosto che da un sito web, per quanto questo possa essere responsive e chi, invece, utilizza il proprio smartphone solo o soprattutto per condividere contenuti sui Social.

Tutto questo per dire che cogliere le opportunità che il web ci offre per poter espandere il nostro business online è orami una questione, oserei dire, “vitale”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.